martedì 3 gennaio 2012

ALLforFASHION (with interview)


ALLforFASHION. La bellezza, seppur diversa, è sempre bellezza.
Così vogliamo iniziare questo 2012.
Di cosa stiamo parlando? Si tratta di una iniziativa intrapresa dalla mente della giovanissima ventiduenne Marta Pellizzi, soffrente di disabilità, la quale ha deciso di uscire dagli schemi "tipici" della moda e creare qualcosa di innovativo, ma soprattutto riguardante una tematica purtroppo ancora troppo scomoda: la disabilità.
Abbiamo avuto il piacere di poter intervistare Marta che gentilmente ha risposto alla nostre domande, ma grazie alla disponibilità della ragazza siamo riusciti a fare qualche domanda anche al direttore artistico del progetto, il signor Pasquale Esposito, il quale curerà la sfilata di moda che si terrà nell'autunno del 2012 nella città di Bologna.

Ecco per voi l'intervista a Marta:


1. Come le è venuto in mente l'idea del AllforFashion? Come mai questa nome, che idea vorrebbe richiamare attraverso esso?
Il progetto è stato pensato da mesi e vuole richiamare l'idea di una moda accessibile a tutti. Il titolo dell'iniziativa significa infatti Tutti per la moda, proprio ad indicare che anche chi è diversamente abile deve e può stare in questo mondo.

2.Quale è l'obiettivo più importante dell'iniziativa?
Gli scopi di un'iniziativa come questa e di questa portata sono ovviamente molteplici, quello a cui tengo di più però è che vorrei poter creare un'occasione di socializzazione per i ragazzi e le ragazze che sfileranno. Fondamentalmente vorrei creare momenti di svago e di scambio di esperienze ed opinioni. Credo che oltre all'obiettivo di sensibilizzazione, che mi pare ovvio, la sfilata potrà davvero unire storie e persone che hanno in comune la forza di volontà e la voglia di continuare a sfidare la vita.

3.Secondo lei la disabilità è un argomento scomodo solo per il mondo della moda?
La disabilità è scomoda quasi in ogni ambito ed è di certo un tema che molti vogliono evitare di affrontare.

4. Se la sua risposta alla domanda sopra è negativa, perchè nella cultura odierna vi è ancora una certa sorta di tabù verso questo argomento?
La società odierna tende ad escludere tutto ciò che è diverso e che ci appare estraneo e spesso mi chiedo come una società civilizzata possa ancora essere così discriminante.

5. Attraverso questa iniziativa finalmente riusciremo a togliere questa barriera dal mondo della moda?
Non credo che la mia iniziativa possa miracolosamente togliere ogni barriera mentale da persone troppo ostinate nel perseguire i propri ideali. Credo però che uno scossone il mio evento possa darlo e che possa servire da fiamma per accendere e dar vita a molte altre iniziative.

6. Si è sempre interessata alla moda?
Non sono un'esperta del fashion ma da tempo seguo la moda correlata alle tematiche della disabilità. Per ideare questo progetto ho dovuto approfondire il tema e fare molte ricerche per poi arrivare a delineare quella che è l'attuale iniziativa.

7.Il mondo della moda ha paura del "diverso"? Se si perchè secondo lei?
Il mondo delle passerelle, è ovvio a tutti, è un mondo fatto di misure definite e prototipi e una ragazza o un ragazzo con una disabilità appare come "imperfetto". Io però non credo nell'imperfezione e sono convinta che la perfezione sia un qualcosa che le riviste e la società odierna ci impongono.
Penso fortemente che la bellezza invece non stia in una taglia 38 ma stia nell'animo e nella voglia di andare avanti. La bellezza è un dato soggettivo e l'imperfezione non è un sinonimo di poca bellezza.

8. Quali difficoltà ha incontrato per attuare questa iniziativa?
La grossa difficoltà che frena il progetto ed il suo sviluppo nelle tempistiche programmate è la mancanza di fondi e di sponsor. Vorrei tanto portare a termine l'iniziativa in tutte le sue fasi e giungere a tutti gli scopi prefissati ma poi bisogna fare i conti con la realtà, ed in questo momento manca il denaro necessario al totale sviluppo.
Io però non mi fermo e porto avanti l'iniziativa e continuo nella ricerca degli sponsor, non butterò via mesi di lavoro.

9. Ha già avuto qualche critica o qualche appoggio dal mondo della moda? Ci sono state reazioni?
L'accademia di moda di Napoli appoggia l'iniziativa ma oltre a questo non ho riscontrato altri appoggi nel mondo della moda. Spero che qualcuno si interessi presto al progetto e che si offra per una collaborazione.

10. Prossime iniziative.
Per il dopo sfilata ho in mente un paio di altre iniziative ma non posso comunicare nessun dettaglio, non vorrei rovinare la sorpresa.




Ecco invece l'intervista al signor Esposito:

1. Come è visto il "diverso" nel mondo della moda secondo lei?
Il diverso nella moda è visto come tutte le diversità vengono viste nella società e quindi come un mondo a parte,come qualcosa da escludere e con il progetto all for fashion vogliamo proprio dimostrare che le diversità esistono solo dentro di noi,vogliamo abbattere le barriere; anche un diversamente abile può sfilare e perchè no magari interpretare l'abito meglio di altri.

2. Lei come ha appreso la notizia di questa iniziativa? E quale è stata la sua prima reazione?
Sono stato contattato tramite mail dall'ideatrice Marta Pellizzi che ha appreso di me da Miss Italia Sorda di cui ero direttore artistico e autore,erano trascorsi appena 7 giorni da questo evento bello ma molto duro,ancora non mi riprendevo dalle fatiche e quindi nella prima mezz'ora mi dicevo che faccio? 
Dopo ero già a telefono con Marta per accogliere con piacere l'invito a questa nuova sfida.

3. La sfilata si terrà a Bologna nel prossimo autunno, come mai questa città?
La città era già stata scelta dalla Signora Pellizzi in quanto vive a Bologna e devo dire che non mi dispiace, è una città universitaria quindi con molti giovani, siamo il futuro di questa società ed è giusto sensibilizzare cominciando dai ragazzi e invitarli a "ribellarsi" seguendo strade positive,in maniera sana,creativa e Bologna rispecchia in pieno tutto ciò.

4. Come è stata strutturata l'organizzazione dell'evento?
L'evento avrà una prima fase che è quello del casting dove saranno scelti 7 modelli e 7 modelle,successivamente ci sarà un corso di portamento e un book fotografico per ciascuno dei partecipanti del tutto gratis per poi avviarci alla serata finale dopo ovviamente giorni di prove dove sarnno studiate coreografie,fitting per abiti disegnati e realizzati apposta per l'evento.
Sarà sicuramente una serata emozionante

5. E' stata scelta la location per la sfilata? L'invito sarà per tutti?
C'è un'idea ma di questo preferisco sia Marta a parlarne,sarà comunque un posto molto elegante sicuramente.

6. Per il casting ci saranno dei parametri? Se si quali?
Il cuore,l'emozione,la voglia di partecipare di ognuno di loro,la voglia di divertirsi,di conoscersi questo sicuramente è il principale obiettivo dell'evento per il resto come ho già fatto con le miss sorde mi sono accostato a loro come credo sia giusto fare ovvero come persone senza alcun problema e questo è stato vincente e lo sarà sicuramente anche per all for fashion.

7. Secondo le sue aspettative il mondo della moda come risponderà dopo questa iniziativa?
Il mondo della moda è un mondo bellissimo e frenetico, non so a quanti riusciremo ad arrivare, ma se fosse anche solo un grande stilista a riflettere su ciò sarebbe comunque una grande vittoria
Io sono fiducioso,credo molto in questo evento che può far solo bene al mondo della moda che ultimamente si concentra più sui titoli in borsa che sulle emozioni vere.
Abbiamo i migliori stilisti al mondo e questo perchè hanno cuore e passione in ciò che fanno.

8. Gli abiti saranno realizzati dai ragazzi dell'Accademia di Moda di Napoli, sono stati entusiasti di tale iniziativa?
I ragazzi dell'Accademia della moda di Napoli hanno un entusiasmo unico in tutto ciò che fanno e questo grazie anche ai fratelli Lettieri persone molto sensibili e favorevoli a queste iniziative a cui si avvicinano con grande gioia.
Ricordo ancora l'emozione nei loro occhi quando parlavo di questo progetto,gli abiti saranno studiati e realizzati in base a ciascun partecipante e quindi si comincierà appena subito dopo il casting.

9. La sfilata che ambizione ha?
Come dicevo prima sicuramente alla base ci sarà la voglia di costruire qualcosa a partire dall'integrazione tra i partecipanti,la voglia di stare insieme, ma anche qualcosa di costruttivo come può essere appunto la realizzazione di un abito per un determinato problema fisico oltre che avere finalmente un evento che possa scuotere gli animi.

10. Prossime iniziative.
 A fine gennaio curerò delle sfilate di moda tra cui uno spettacolo di moda musica e danza che vuole essere un omaggio alla mia città Napoli,poi ancora moda ispirata all'arte contemporanea con un evento che sarà una sorta di mostra-sfilata che si svolgerà all'interno di uno dei più importanti musei italiani e ancora eventi sociali con una onlus di clownterapia con cui ho iniziato a collaborare e con cui abbiamo grossi progetti.








Ringrazio infinitamente per la gentilezza la signorina Marta e il signor Esposito per la loro cordiale disponibilità, e li ringrazio per voler creare questo evento che fa bene non sono al mondo della moda, ma a noi tutti. Troppo spessi siamo noi i veri disabili, noi che non vogliamo guardare, ascoltare, parlare di queste tematiche. 
Il vero problema è come noi ci apportiamo alla società, se vi è voglia di cambiare un tipo di mentalità sta a noi farlo, a cominciare i primi passi come ha fatto Marta, perchè i veri sogni derivano dalla nostra costanza e determinazione e poterli realizzare è intrinseco a queste caratteristiche.
Io auguro a loro un grande evento, un grosso in bocca al lupo, e una visibilità su tutti i media affinché anche la nazione possa riflettere su questa tematica.
Marta ha dimostrato come i giovani di oggi non siano tutti uguali, anzi che di giovani volonterosi ce ne sono, che di giovani pronti a lottare per i propri sogni esistono e che il mondo ha bisogno proprio di questi giovani.
Facciamo in modo che questa iniziativa non sia la solita "sfilata" di moda ma che sia "La Sfilata" di moda, perchè la moda è per tutti perchè ALLforFASHION.

Per avere più informazioni guardato il sito dell'evento:
E se avete fb ecco a voi la pagina:

See you soon,
4girls

31 commenti:

  1. Complimenti per l'intervista. Mi è piaciuto molto questo articolo, brave! ;)

    RispondiElimina
  2. Credo sia un'idea fantastica!!
    Fateci sapere se evolverà!!

    RispondiElimina
  3. Bella intervista con una tematica importante, complimenti :)

    RispondiElimina
  4. Grazie ragazze! Questo argomento è molto importante e il messaggio è da diffondere a tutti!:)

    RispondiElimina
  5. Attraverso Facebook seguo Marta da circa un anno. Ho sempre apprezzato la sua tenace volontà, la sua grande voglia di fare, il non sentirsi "diversa", perchè diversa non è. Ora,dopo aver letto l'intervista,la mia stima, nei suoi confronti, è cresciuta perchè, nonostante la giovanissima età,esprime una grande maturità.
    Sono certissimo che riuscirà nel suo intento di fare apparire i meno fortunati della vita nell'identica maniera di tutti noi, senza più alcun appellativo di sorta.
    Auguroni, Marta! E che la vita possa sorridere sia a te che ai tuoi "colleghi".

    RispondiElimina
  6. L'intervista è molto ben fatta e l'argomento davvero interessante e importante, bravissime!
    Un bacio!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.com

    RispondiElimina
  7. non conoscevo l'iniziativa, da voi imparo sempre un sacco di cose :)))
    p.s mi è scomparso il vostro commento e non ho fatto a tempo a leggerlo sono curiosaaaaaaaaaa

    Il mio blogspot è come Mago Merlino, sparisce a caso!

    RispondiElimina
  8. Ciao Cara!!!!
    Ti aspetto sul mio blog,c'è un GIVEWAY davvero interessante!! Puoi vincere un portafogli PINKO!!!

    http://thechicetoile.blogspot.com/2011/12/2-giveway-chic-etoile.html

    TI ASPETTO!!!
    BACI

    RispondiElimina
  9. i love purple! that pleated tank is SO adorable!!

    love, jamie

    RispondiElimina
  10. Ciao,

    Ho letto con attenzione l'intervista e mi è piaciuta , purtroppo io sono abbastanza scettica verso queste iniziative . Perchè una moda per disabili o diversi ? diversi da chi ? perchè?
    la mancanza di un arto rende una persona diversa ? perchè dobbiamo "ghettizzare" queste persone ?
    Tutte quelle a cui manca il cervello, ...e non sono poche ... non sono considerate diverse !
    Buona giornata

    ave

    RispondiElimina
  11. Caro Rodolfo queste tue parole faranno sicuramente felice Marta e la sproneranno ancora di più!

    S, Lucia sono contenta che l'articolo sia piaciuto, più importante è il messaggio che Marta vuole trasmettere!

    Thanks Jamie!:)

    Cara Ave Marta non vuole creare una moda per loro, vuole dare la possibilità ai disabili di poter essere dentro la moda.
    Io la vedo come la questione delle donne con taglie forti che sono sempre esenti dalle passerelle! Ma perchè? Perchè devono esistere dei canoni di bellezza?
    Le iniziative non servono per etichettare il "diverso" ma per appianare le divergenze e far aprire gli occhi a tutti noi.
    Io non considero diverso chi è disabile, considero diverso chi non ha un cervello, e in questo la penso come te,
    un abbraccio Ave, a presto:)

    RispondiElimina
  12. trovo questo progetto davvero bello e socialmente utile, nessuno ci ha mai pensato credo e finalmente la moda può davvero essere accessibile a tutti.
    Visto che sono spesso a bologna e se l'ingresso è libero mi piacerebbe vederla dal vivo. Intanto complimenti per l'intervista perchè le domande sono davvero ben fatte e anche originali!

    RispondiElimina
  13. Tesoro bellissimo post...complimenti..e' bello essere vicini a certe tematiche...ti mando un bacio
    XoXo
    A_C'est moi

    RispondiElimina
  14. Bella quest'iniziativa!(:
    complimenti a voi e a marta!

    RispondiElimina
  15. sono felice che tu abbia dedicato un post all'iniziativa.

    http://nonsidicepiacere.blogspot.com

    RispondiElimina
  16. Bellissima intervista :)
    vi aspetto da me
    baci!

    RispondiElimina
  17. nice look !

    http://glamourgirl-bg.blogspot.com/

    RispondiElimina
  18. Grazie a tutti voi ragazzi, mi fa piacere che anche voi abbiate accolto bene questa bellissima iniziativa!
    Dovrà servire per un migliore futuro in cui credere!
    I dettagli verranno comunicati al più presto per chi fosse interessato alla sfilata!:)

    RispondiElimina
  19. love this pictures !

    http://glamourgirl-bg.blogspot.com/

    RispondiElimina
  20. Bellissimo post,fantastica intervista e meraviglioso progetto!!!!SUPER!!!Kiss

    RispondiElimina
  21. Thanks!

    Grazie ragazze! Sono molto contenta che piaccia sia l'intervista che l'argomento!
    Buon fine settimana a tutte voi!:)

    RispondiElimina
  22. wau... davvero interessante e intervista fantastica

    kisses
    The Glamour Avenue

    RispondiElimina
  23. ASPETTO CON ANSIA IL PROSSIMO POST...UN BACIONE GRANDE E BUONA DOMENICA
    A_C'EST MOI
    http://lamodeouicestmoi.blogspot.com/

    RispondiElimina
  24. davvero interessante questa intervista!!

    RispondiElimina
  25. Arrivo tardissimo ad augurare la buonanotte!

    RispondiElimina
  26. Grazie ragazze!

    Francesca tranquilla io sono pronta per darti il buongiorno!:)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...