venerdì 21 ottobre 2011

Arsenale Vintage Market ( with interview)

Arsenale Vinatge Market.
La manifestazione sul vintage e del vintage tenutasi a Verona dal 07 al 09 Ottobre 2011 presso l'Ex Arsenale della città.
Di cosa si tratta? Stiamo parlando di un market ove lo stile, la musica, il retrò si incontrano per creare giochi di illuminazione verso questo vintage di cui nessuno di noi riesce più a farne a meno.
Due padiglioni dove vengono esposti ogni genere di oggettistica e vestiario legato al passato.
Nel giardinetto fuori non si sono fatte mancare le esposizioni delle macchine d'epoca con tanto di palco a forma di roulette.

Noi del blog siamo riusciti a incontrare gli organizzatori dell' Arsenale Vintage Market e siamo riusciti a strapparli un'intervista in cui ci spiegano come nasce questa loro idea, e soprattutto quanto il vintage sia un comune denominatore nella loro vite.







Ed ecco l'intervista a Leonardo Chiti, uno degli organizzatori della manifestazione e membro dell'associazione.

1.Come e quando nasce l'associazione?
L'associazione Culturale Retròbottega nasce nel luglio del 2010 da un'idea condivisa con altre quattro persone insieme a me. Gli altri 4 membri si occupano, due, di eventi legati alla musica, un altro membro si occupa di architettura e un'altra persona è legata al mondo della comunicazione.

2.Come mai il nome Retròbottega?
E' un chiaro gioco di parole. Retrò è qualcosa che ha un doppio senso, uno dei quali legato all'antico, come anche la bottega richiama un' aspirazione antica.

3.Quale è lo scopo dell'associazone?
Lo scopo dell'associazone è quella di creare eventi inerenti al vintage e al passato. L'anno scorso ad esempio abbiamo creato un evento che si chiamò "Old" giocato soprattutto sulle stampe, sull'oggettistica, sulla musica vintage.

4. Come è stata strutturata l'organizzazione dell'Arsenale Vintage Market?
Si è sviluppata grazie alla selezione degli espositori, mentre la musica, e in questo caso si tratta dei gruppi che si esibiscono la sera, vi è sempre stata una selezione creata da un altro membro dell'associazione.

5. L'associazione organizza altre manifestazioni?
Certo, ne stiamo organizzando una proprio nel mese di Novembre, la quale si terrà a Milano dall'11 al 13 Novembre 2011 presso Vaprio D'Adda.

6.Quanti stimoli vi ha dato Verona nella tematica del vintage?
Verona è una città che si presta, non di meno stiamo parlando di una città culturale, turistica nonchè universitaria. Queste tre caratteristiche possono essere delle basi per far accrescere il vintage in questa città.
Io vengo da Firenze e lì il vintage è qualcosa che aveva preso molto movimento, mentre Verona non era ancora stata avviata. Ho sempre organizzato eventi e mercatini sul vintage, poi grazie all'incontro con altre persone siamo riuscite a distribuire il vintage anche in questa città, già guardando l'Arsenale possiamo vedere quanto sia esso sia retrò.

7.Come pensi che si evolverà il vintage negli anni futuri?
Io penso che negli anni futuri come ad esempio nel 2020 troveremo con molta fatica uno stile con cui riconoscerci. Un capo degli anni '90 è già un pezzo vintage. Siamo tornati al vintage noi stessi appunto per fronteggiare al problema dell'assenza di un vero stile con cui identificarci, e nello stile ci presteremo sempre di più al vintage.

8. Quale è il pezzo vintage che preferisci?
Il pezzo vintage che preferisco è la giacca da uomo degli anni '70 in pelle, come il chiodo.

9. Quanto il vintage ha influito nella tua vita?
Il vintage è la mia vita. Ho avuto la massimo influenza del vintage da mio nonno che mi ha tramandato questa passione. E ho avuto la fortuna di aver fatto della mia passione il mio lavoro.

12. Quale è lo stile (in riferimento agli anni) che preferisci?
Lo stile degli anni '70 e degli anni '80, ma io penso che in ogni decennio c'è qualcosa di bello.

13. Il Primo ricordo culturale legato al vintage.
Il mio primo ricordo legato al vintage sicuramente è il triciclo.

  Un ringraziamento a Leonardo.











Siamo riuscite a strappare delle mini interviste ad un'altra collaboratrice e membro dell'associazione, lei si chiama Alessandra ed ecco il suo punto di vista. Ogni tanto durante la sua intervista leggerete l'intervento di Nicola, altro membro dell'Associazione Culturale Retròbottega.

1.Quale è il pezzo vintage che preferisci?
Alessandra: Il pezzo vintage che preferisco sono sicuramente gli occhiali.
Nicola: Assolutamente i cappelli, come le coppole.
Sara ( anch'essa del gruppo): La bombetta.

2.Come pensi che si evolverà il vintage negli anni futuri?
Alessandra: Io spero che duri ancora per molto, ma non credo che potrà continuare ancora a lungo.

3. Quale è lo stile che preferisci?
Alessandra: Sicuramente gli ani '50.
Nicola: Gli anni '40 e '50.

4. Il primo ricordo culturale vintage.
Alessandra: Camden Town a Londra dove il vintage è di casa attraverso i mercatini che allestiscono lì.
Nicola: Il mio primo ricordo culturale legato al vintage è in riferimento alla musica vintage che ascoltavo nell'autoradio della macchina di mio padre.

5.Impegni futuri dell'associazione?
Alessandra: Stiamo preparando la manifestazione vintage a Bardolino per il periodo estivo, poi eventi in specifico per la musica.
Nicola: Acquistare molte macchine vintage e farle girare per tutta l'Italia.

6.Quanti stimoli vi ha dato Verona nella tematica del vintage?
Alessandra: Verona percepisce bene, è molto ricettiva come città, ma non è come le altre città ove magari il vintage era più insidiato.
Nicola: Io personalmente non ho trovato molta influenza da parte di Verona. Tutto ciò che è dentro questo Market e tutto ciò che viene esposto provengono da città al di fuori di Verona, ma la trovo abbastanza ricettiva, questo sì.

E per questa manifestazione milanese? Ecco che abbiamo conosciuto uno degli organizzatori di quella mostra che ci ha parlato del suo amore per la musica vintage.
Il progetto milanese si chiama "Get back to Vintage", si terrà come vi abbiamo annunciato dall'11 al 13 Novembre presso la Villa Castelbarco a Vaprio D'Adda ( Milano).
Lui è appassionato della musica garage americana, suona in un gruppo e il suo primo ricordo culturale vintage legato alla musica è il un concerto di un gruppo hard-rock inglese del 1984.
Il vintage ha avuto influenza nella su vita grazie alla musica, in particolar modo è legato agli anni '60 e '50, ma crede che il vintage venga fuori in qualsiasi modo, anche trasversale.
Pensa che questa mania del vintage durerà, anzi aumenterà e insieme ad essa aumenterà l'ispirazione, gli stessi anni '90 diverranno vintage.
Pensa che la musica degli anni '90 era decisamente meglio della moda che uscì.

Ovviamente ognuno concepisce le sue idee in base ai propri gusti e interessi, ma il vintage è un involucro che racchiude tutti i sistemi dell'arte in modo magnifico.


 Un forte ringraziamento a tutti i ragazzi dell'Associazone che ci hanno dedicato il loro tempo e ci hanno resi partecipi delle loro idee.







Le due sorelle creatrice del marchio "La Tilde"che ci hanno deliziato con le loro creazioni che vanno al di fuori di ogni moda e logica, opere originali e incantevoli.








Photo by 4girls

Il prossimo appuntamento, come si è ben capito, è a Milano, cosa aspettate ad andarci per catapultarvi in questa arte?

See you soon,
4girls





29 commenti:

  1. bellissimo post! e le platform rosse mi hanno davvero colpito:D
    kiss

    Patchwork à Porter

    RispondiElimina
  2. è adorabile il cappottino giallo!!!

    RispondiElimina
  3. ma che belle foto! sarà stato bellissimo vederne i soggetti di persona :)

    RispondiElimina
  4. Grazie mille ragazze! Quando entri lì dentro sembra di essere nel paese delle meraviglie! E' tutto da comprare!
    Sabri adoro quelle scarpe, le chiamo le gaga scarpe!
    Un abbraccio a tutte:)

    RispondiElimina
  5. Foto e intervista davvero interessanti!
    complimenti, bellissimo post davvero
    audrey

    RispondiElimina
  6. amo il vinatge! Queste foto poi sono davvero belle :)

    RispondiElimina
  7. wow! adoro il vintage! e ci sono anche molti pezzi interessanti! :) anche a me va bene seguirci a vicenda! vi seguo! un bacio!
    ps: nuovo post sul mio blog ;)

    RispondiElimina
  8. ma che meravigliaaaa!!!!
    Ma a Roma non ci passano? (Oddio, forse è meglio, credo che esaurirei la carta di credito ad una fiera del genere!)
    Bellissimo il vintage Chanel!
    Un bacio!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.com

    RispondiElimina
  9. Ragazze è sempre un'emozione essere a una fiera vintage!
    E cara S, io esaurirei 5 carte di credito!
    Ma non si riesce a fare a meno di queste delizie!

    RispondiElimina
  10. oddio che spettacolo!! comunque sono una vostra follower perchè mi piace moltissimo il vostro blog!! un bacione

    RispondiElimina
  11. Peccato essere così lontani :(
    Naturalmente ti seguo, se ti piace il mio blog ricambia!
    The taste of frivolous

    RispondiElimina
  12. Veramente uno spettacolo incredibile!
    Ricambio tutte, un abbraccio:)

    RispondiElimina
  13. che bel posticino questo! e veramente belle foto, vi seguo molto volentieri.
    se vi va ricambiate :)
    xoxo
    M.

    RispondiElimina
  14. vedo delle cose pazzesche, ci sto sbavando sopra!!!! ma a roma non vengono????????

    RispondiElimina
  15. interessante e belle foto davvero. la borsa-telefono è troppo forte e i carrè sono meravigliosi.
    winterbag.blogspot

    RispondiElimina
  16. ciao,
    molto interessante anche l'intervista .Ritengo che dopo l'orgia di vintage o presunto tale dal quale siamo sommersi in questo periodo,le persone che hanno lavorato bene , proposto delle cose valide e interessanti continueranno con successo il loro percorso. Il "second hand" è un flirt , il "vintage" un amore .....gli amori possono essere eterni!
    Buona giornata

    ave

    RispondiElimina
  17. Ommioooddiooo! Perché a Torino non c'è mai niente??? Sigh!
    Se ti va, passa da me :D

    MissPandamonium

    RispondiElimina
  18. oh!!!!!!!!!!un articolo molto interessante, e complimenti per le borse-telefono!
    Quello che mi trasmettete con il vostro blog è farmi catapultare sempre ovunque voi siate. Sono felice :)

    RispondiElimina
  19. Cara M. certo che ricambiamo!
    Francesca, mi dispiace purtroppo per ora non hanno ancora delle tappe per Roma.

    Cara ave, sagge parole, non avresti potuto esprimere meglio questo trend che sembra essere esploso e cui ognuno fa parte. Ma le persone che hanno addosso questo "amore" non se ne separeranno mai.

    Mi dispiace anche a te Alessandra, loro alncora Torino non l'hanno toccata, ma vedrai che presto ci arriveranno.

    Cara Lucia, queste tue parole ci rendono molto felici, ci fa piacere trasmettere questa sensazione a voi!

    RispondiElimina
  20. cavolo quanto mi sarebbe piaciuto venire a saperlo 2 mesi fa avrei di sicuro preso un treno e mi sarei fiondata li!dimmi la prossima e giuro che farò di tutto per esserci! io adoro il vintage,perchè un capo vintage ha una storia tutta sua e sembra portare con se la personalità mille donne diverse.

    RispondiElimina
  21. Hi to the owner of this blog! My name is Nathalie and I work for an online accessories and jewelry boutique. I am writing to discuss opportunities for working together. Do you have an email I can contact you via? I love your telephone receiver handle handbags by the way! Nathalie :)

    RispondiElimina
  22. vado pazza per il vintage!! bellissimo sto post! brava!

    RispondiElimina
  23. Cara Antonella la prossima è a Milano, quindi non mancare!

    Nat_Boticca thanks for your comment, i don't find your email, but our email is: giu_fa_su@yahoo.it

    Grazie mille Francesca!

    Nesi sei troppo gentile, grazie mille!

    RispondiElimina
  24. Ragazze che favola ma chi di voi l'ha scritto questo pot? Oltre alle foto ho adorato l'uso di "di cui" più "ne" come a ribadire il fatto di non poterne proprio fare a meno! Perché se no non credo avreste mai fatto un errore simile... o sbaglio!
    Ma il livello è comunque alzato e bilanciato da quell' "ove". Divine!

    RispondiElimina
  25. Vogliamo lasciare molto mistero su noi, ma la sottoscritta ha scritto il testo!
    Grazie mille per i tuoi complimenti, ricordati che niente è mai per sbaglio.
    Adoro scrivere e ciò che mi hai detto mi ha fatto un piacere immenso.
    Spero di rivederti presto nel nostro blog, a presto mia cara:)

    RispondiElimina
  26. Adoro questo genere di manifestazioni e quando le fanno a Firenze ci vado sempre :D comunque ho appena pubblicato un post sul mio blog e mi farebbe molto piacere avere un tuo commento (: - Reb, xoxo <3
    http://www.toprebel.com/
    PS: Da oggi seguo il tuo blog, puoi già vedermi tra i tuoi lettori fissi ;D spero che ricambierai.

    RispondiElimina
  27. Vintage.. meno male esisti! :)
    Grazie per il tuo commento sul mio blog!!
    Ti aspetto quando vuoi!
    Ti seguo!
    kiss,yumiKo

    MY BLOG: http://yumikontheworld.blogspot.com

    MY FB PAGE: http://www.facebook.com/pages/yumiKontheworld-by-Rita-Bisceglia/235124076505150

    MY TWITTER: http://twitter.com/#!/yumiko_o

    MY FASHION NEWS: http://www.goconversano.it/rubriche/moda-e-costume/

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...